Torna il calcioscommesse

Pagina 1 di 80 1, 2, 3 ... 40 ... 80  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Torna il calcioscommesse

Messaggio Da PerSempreConTe il Mer Giu 01, 2011 10:12 am

Scommesse, bufera sulla B
Arrestati calciatori, c'è anche Signori
01/06/11
Sedici persone, tra cui ex giocatori di Serie A, calciatori di serie minori ancora in attività e dirigenti di società, sono stati arrestati dalla polizia a conclusione di un'indagine sul calcioscommesse condotta dalla squadra mobile di Cremona. Dall'inchiesta è emerso che gli arrestati avrebbero fortemente condizionato negli ultimi mesi il risultato di alcuni incontri dei campionati di serie B e di Lega Pro. In manette anche Beppe Signori.

Nei loro confronti la magistratura di Cremona ha emesso sette ordinanze di custodia cautelare in carcere e nove agli arresti domiciliari.

Tra gli arrestati vi sono anche titolari di agenzie di scommesse e liberi professionisti, mentre gli indagati sarebbero complessivamente una trentina. Gli arresti sono stati eseguiti dagli uomini della polizia a Bari, Como, Bologna, Rimini, Pescara, Ancona, Ascoli, Ravenna, Benevento, Roma, Torino, Napoli e Ferrara. Nel corso dell'operazione sono state eseguite anche una serie di perquisizioni nelle abitazioni degli indagati, in alcune ricevitorie e presso uno studio di commercialisti che avrebbero consentito di acquisire ulteriori elementi utili alle indagini

I calciatori e gli ex giocatori professionisti arrestati dalla polizia, tra cui, stando a quanto riferisce l'Ansa, c'è anche Beppe Signori, erano parte integrante di una vera e propria ''organizzazione criminale'' nella quale ognuno aveva specifici compiti e ruoli, il cui obiettivo era quello di manipolare gli incontri a loro vantaggio. Tra i giocatori coinvolti anche il difensore dell'Ascoli, Vittorio Micolucci, il compagno di squadra Vincenzo Sommese (ai domiciliari) e Gianfranco Parlato, ex giocatore di B e C e attuale collaboratore del Viareggio (è in carcere).

Gli indagati, secondo l'indagine, sarebbero anche riusciti a condizionare alcune partite, attraverso accordi verbali e impegni di carattere pecuniario. Nei confronti dei sedici arrestati, sostengono gli investigatori, ci sono prove ''importanti ed inconfutabili''.

L'indagine, partita sei mesi fa, avrebbe consentito inoltre di individuare la responsabilità dell'organizzazione in un grave evento verificatosi in occasione di un incontro di calcio disputatosi al termine dello scorso anno proprio a Cremona. Stando a quanto riferisce il capo della mobile di Cremona Sergio Lo Presti nel novembre del 2010 sei giocatori della Cremonese sarebbero stati intossicati attraverso l'assunzione di alcune bevande. Per il dirigente della polizia il fatto sarebbe stato intenzionale: si voleva modificare il risultato della partita che si stava per disputare. Quanto avvenuto in occasione di quell'incontro ha permesso ai poliziotti di allargare l'indagine a diversi soggetti gravitanti nel mondo del calcio che, grazie ai contatti diretti ed indiretti, erano in grado di condizionare i risultati di alcuni incontri per poi effettuare puntate di consistenti somme di denaro attraverso i circuiti legali delle scommesse sia in Italia che all'estero.

www.sportmediaset.it
avatar
PerSempreConTe
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 38954
Punti : 67561
Reputazione : 252
Data d'iscrizione : 26.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Torna il calcioscommesse

Messaggio Da PerSempreConTe il Mer Giu 01, 2011 10:16 am

indagine di sco e mobile di cremona: «condizionati risultati di partite di B e lega pro»
Scommesse, retata nel calcio: 16 arresti
Tra i fermati anche Beppe Signori. Indagato pure Bettarini. Calmanti ai giocatori per indirizzare le gare

MILANO - Ritorna l'ombra del calcio-scommesse. Sedici persone, tra cui ex giocatori di serie A, calciatori di serie B e Lega Pro, ancora in attività e dirigenti di società di Lega Pro, sono stati arrestati dalla polizia a conclusione di un'indagine sul calcio scommesse condotta dalla squadra mobile di Cremona e coordinata dal Servizio centrale operativo. Dall'inchiesta è emerso che gli arrestati avrebbero fortemente condizionato negli ultimi mesi il risultato di alcuni incontri dei campionati di serie B e di Lega Pro. Nei loro confronti la magistratura di Cremona ha emesso sette ordinanze di custodia cautelare in carcere e nove agli arresti domiciliari. Per tutti le accuse sono associazione a delinquere finalizzata alla truffa e alla frode in competizioni sportive. Secondo gli investigatori l'organizzazione criminale si assicurava affari fino a diverse centinaia di migliaia di euro a partita.

I FERMATI - Tra gli arrestati vi sono anche titolari di agenzie di scommesse e liberi professionisti, mentre gli indagati a piede libero sarebbero in tutto 28. Gli arresti sono stati eseguiti dagli uomini della polizia a Bari, Como, Bologna, Rimini, Pescara, Ancona, Ascoli, Ravenna, Benevento, Roma, Torino, Napoli e Ferrara. Nel corso dell'operazione sono state eseguite anche una serie di perquisizioni nelle abitazioni degli indagati, in alcune ricevitorie e presso uno studio di commercialisti che avrebbero consentito di acquisire ulteriori elementi utili alle indagini.

I NOMI - Cominciano ad emergere i primi nomi dei fermati. Tra di loro c''è anche l'ex capitano della Lazio ed ex attaccante della Nazionale, Beppe Signori che è stato posto ai domiciliari. Arrestati anche il difensore dell'Ascoli Vittorio Micolucci, il centrocampista della stessa squadra Vincenzo Sommese (finiti ai domiciliari) e Gianfranco Parlato, ex giocatore di serie B e C, attualmente collaboratore del Viareggio calcio (che è in carcere). Nell'ambito dell'inchiesta su presunte partite truccate che ha portato a 16 arresti, risulta indagato anche Stefano Bettarini, ex marito della conduttrice tv Simona Ventura e commentatore della trasmissione di Rai 2 «Quelli che il calcio». Bettarini era stato condannato dalla giustizia sportiva a 5 mesi di squalifica per aver truccato delle partite nel 2004.

ORGANIZZAZIONE CRIMINALE - I calciatori e gli ex giocatori professionisti arrestati dalla polizia erano, secondo l'accusa, parte integrante di una vera e propria «organizzazione criminale» nella quale ognuno aveva specifici compiti e ruoli, il cui obiettivo era quello di manipolare gli incontri a loro vantaggio. Gli indagati, secondo l'indagine, sarebbero anche riusciti a condizionare alcune partite, attraverso accordi verbali e impegni di carattere pecuniario. Nei confronti dei sedici arrestati, sostengono gli investigatori, ci sono prove «importanti ed inconfutabili». L'indagine, partita sei mesi fa, avrebbe consentito inoltre di individuare la responsabilità dell'organizzazione in un grave evento verificatosi in occasione di un incontro di calcio disputatosi al termine dello scorso anno proprio a Cremona. Secondo il capo della mobile di Cremona Sergio Lo Presti nel novembre del 2010 6 giocatori della Cremonese sarebbero stati intossicati a causa dell'assunzione di alcune bevande. Per il dirigente della polizia il fatto sarebbe stato intenzionale: si voleva modificare il risultato della partita. Quanto avvenuto in occasione di quell'incontro ha permesso ai poliziotti di allargare l'indagine a diversi soggetti gravitanti nel mondo del calcio che, grazie ai contatti diretti ed indiretti, erano in grado di condizionare i risultati di alcuni incontri per poi effettuare puntate di consistenti somme di denaro attraverso i circuiti legali delle scommesse sia in Italia che all'estero.

CALMANTI AI GIOCATORI - Come detto i risultati degli incontri sarebbero stati truccati dando anche dei calmanti ai calciatori, in modo che giocassero al di sotto delle loro possibilità. Un episodio, come spiegato, si sarebbe verificato alla fine del campionato scorso della Lega Pro e coinvolgerebbe la Cremonese. In occasione di una sfida importante, uno degli indagati avrebbe messo nelle bibite a disposizione dei calciatori prima e durante l'incontro un calmante per addormentarli e peggiorare le loro prestazioni. Al termine della partita cinque giocatori e un massaggiatore della squadra si sarebbero sentiti male. Da quell'episodio sarebbe scattata l'indagine che ha portato agli arresti.

www.corriere.it
avatar
PerSempreConTe
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 38954
Punti : 67561
Reputazione : 252
Data d'iscrizione : 26.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Torna il calcioscommesse

Messaggio Da Spirit of Saint Louis il Mer Giu 01, 2011 10:49 am

ah quando si tratta di serie B fanno sul serio :happy:
avatar
Spirit of Saint Louis
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 22236
Punti : 36406
Reputazione : 249
Data d'iscrizione : 27.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Torna il calcioscommesse

Messaggio Da PerSempreConTe il Mer Giu 01, 2011 10:51 am

ipotesi serie a — Gli investigatori suppongono che nella stessa organizzazione ci fosse un gruppo più avveduto che cercava di condizionare giocatori e dirigenti di Serie A. In particolare ci sarebbe una risultanza su Inter-Lecce, tentativo non andato a buon fine: l'idea era quella di giocare sulla goleada dell'Inter.

atalanta e siena — Per quanto riguarda la B, alcune partite in oggetto coinvolgono Atalanta (sicuramente Padova-Atalanta) e Siena, neopromosse in A. Nelle intercettazioni risulterebbe il nome di Cristiano Doni come referente.

www.gazzetta.it
avatar
PerSempreConTe
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 38954
Punti : 67561
Reputazione : 252
Data d'iscrizione : 26.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Torna il calcioscommesse

Messaggio Da Miss Qualcosa il Mer Giu 01, 2011 11:06 am

Calcio scommesse, 16 arresti. Coinvolti tre abruzzesi: il difensore Micolucci e due pescaresi

Cremona. Sedici persone, tra cui ex giocatori di serie A, calciatori di serie B e Lega Pro, ancora in attività e dirigenti di società di Lega Pro, sono stati arrestati dalla polizia a conclusione di un'indagine sul calcio scommesse condotta dalla squadra mobile di Cremona e coordinata dal Servizio centrale operativo (SCO). Fra loro c'è anche l'ex capitano della Lazio e attaccante della Nazionale, Beppe Signori per il quale sarebbero stati disposti gli arresti domiciliari.

La Polizia di Stato di Cremona in stretta collaborazione con le Questure di Bari, Como, Bologna, Rimini, Pescara, Ancona, Ascoli Piceno, Ravenna, Benevento, Roma, Torino, Napoli e Ferrara, ha eseguito le misure cautelari a conclusione di un'articolata attività investigativa relativa ad una serie di episodi connessi al fenomeno del calcio-scommesse che negli ultimi mesi avrebbero fortemente condizionato il risultato di alcuni incontri dei campionati nazionali di serie "B" e di "Lega Pro". Nello specifico i soggetti in questione, uno dei quali con precedenti di Polizia relativi alla commissione di analoghi reati, sono stati individuati a seguito di una complessa serie di riscontri operati dalla Squadra Mobile della Questura di Cremona che, dopo un'attivita' investigativa protrattasi per circa sei mesi ha individuato, tra le altre, le responsabilità in ordine ad un grave evento verificatosi in occasione di un incontro di calcio disputatosi al termine dello scorso anno in questo capoluogo. Le indagini hanno ricondotto tale condotta delittuosa in un contesto ben più ampio collegato ad alcuni soggetti gravitanti nel mondo del calcio che, in ragione di conoscenze e di contatti diretti ed indiretti, erano in grado di condizionare i risultati di alcuni incontri per poi effettuare puntate di consistenti somme di denaro attraverso i circuiti legali delle scommesse sia in Italia che all'estero. L'attivita' d'indagine ha consentito di acquisire importanti ed inconfutabili elementi probatori idonei a delineare l'esistenza di una organizzazione criminale costituita da calciatori ed ex calciatori professionisti di comprovata esperienza anche a livello nazionale, nonché di titolari di agenzie di scommesse, liberi professionisti ed altri individui i quali, con specifici e ben determinati compiti e ruoli, riuscivano o in alcuni casi comunque tentavano di pianificare, attraverso accordi verbali e impegni di carattere pecuniario, la manipolazione di alcuni eventi calcistici.

L’indagine tocca anche l’Abruzzo. Nell’inchiesta sono finiti anche tre abruzzesi. Un calciatore, Vittorio Micolucci, 28 anni, originario di Giulianova (agli arresti domiciliari), che veste la maglia dell’Ascoli in serie B, e due pescaresi: Massimo Erodiani, di Pescara, proprietario di una tabaccheria a San Giovanni Teatino e gestore per interposta persona di due sale scommesse, una a Pescara e l'altra ad Ancona. Con lui in manette anche il portiere del calcio a 5 Cus Chieti Gianluca Tuccella, impegnato anche come allenatore nelle minori del calcio locale.

Gli altri nomi eccellenti. Cominciano ad emergere i nomi dei fermati. Tra di loro c''è anche l'ex capitano della Lazio ed ex attaccante della Nazionale, Beppe Signori che è stato posto ai domiciliari. Arrestati anche il difensore dell'Ascoli Vittorio Micolucci, il centrocampista della stessa squadra Vincenzo Sommese (finiti ai domiciliari) e Gianfranco Parlato, ex giocatore di serie B e C, attualmente collaboratore del Viareggio calcio (che è in carcere). Nell'ambito dell'inchiesta risulta indagato anche Stefano Bettarini, ex marito della conduttrice tv Simona Ventura e commentatore della trasmissione di Rai 2 «Quelli che il calcio». Bettarini era stato condannato dalla giustizia sportiva a 5 mesi di squalifica per aver truccato delle partite nel 2004. E' stato arrestato anche Mauro Bressan ex calciatore di Fiorentina, Genoa, Venezia, Foggia, Bari, Cagliari e Como. Bressan vinse nel 2001 la Coppa Italia con la Fiorentina. In manette anche Antonio Bellavista, ex capitano del Bari.

L’inchiesta. L'indagine, partita sei mesi fa, avrebbe consentito inoltre di individuare la responsabilità dell'organizzazione in un grave evento verificatosi in occasione di un incontro di calcio disputatosi al termine dello scorso anno proprio a Cremona. Secondo il capo della mobile di Cremona Sergio Lo Presti nel novembre del 2010 6 giocatori della Cremonese sarebbero stati intossicati a causa dell'assunzione di alcune bevande. Per il dirigente della polizia il fatto sarebbe stato intenzionale: si voleva modificare il risultato della partita. Quanto avvenuto in occasione di quell'incontro ha permesso ai poliziotti di allargare l'indagine a diversi soggetti gravitanti nel mondo del calcio che, grazie ai contatti diretti ed indiretti, erano in grado di condizionare i risultati di alcuni incontri per poi effettuare puntate di consistenti somme di denaro attraverso i circuiti legali delle scommesse sia in Italia che all'estero. Come detto i risultati degli incontri sarebbero stati truccati anche dando anche dei calmanti ai calciatori, in modo che giocassero al di sotto delle loro possibilità. Un episodio, come spiegato, si sarebbe verificato durante la partita Cremonese-Paganese del 14 novembre 2010 finita comunque 2-0 per la squadra di casa. Secondo quanto accertato dalle indagini, un calciatore della squadra di casa durante l'intervallo, avrebbe somministrato ai suoi compagni un sedativo per peggiorarne le prestazioni. Cinque di essi sarebbero rimasti intossicati. Uno di questi sarebbe poi uscito di strada con la sua auto, altri due avrebbero avuto malori. Da quell'episodio è partita l'inchiesta.

http://www.cityrumors.it/regione/abruzzo/calcio-scommesse-16-arresti-coinvolti-tre-abruzzesi-il-difensore-micolucci-e-due-pescaresi-33531.html

Olè!
avatar
Miss Qualcosa
Vienna 1990
Vienna 1990

Messaggi : 3794
Punti : 4114
Reputazione : 69
Data d'iscrizione : 26.02.11
Età : 29
Località : Rescaldina

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Torna il calcioscommesse

Messaggio Da PerSempreConTe il Mer Giu 01, 2011 11:16 am

arresti arresti :palm:
avatar
PerSempreConTe
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 38954
Punti : 67561
Reputazione : 252
Data d'iscrizione : 26.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Torna il calcioscommesse

Messaggio Da PerSempreConTe il Mer Giu 01, 2011 12:00 pm

ATALANTA E SIENA RISCHIANO
Scommesse: la promozione in A torna in ballo

www.sportmediaset.it
avatar
PerSempreConTe
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 38954
Punti : 67561
Reputazione : 252
Data d'iscrizione : 26.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Torna il calcioscommesse

Messaggio Da PerSempreConTe il Mer Giu 01, 2011 12:01 pm

QUESTI I NOMI DEI GIOCATORI O EX GIOCATORI COINVOLTI
Beppe Signori (ai domiciliari)
Cristiano Doni - Atalanta (indagato)
Vincenzo Sommese - Ascoli (domiciliari)
Vittorio Micolucci - Ascoli
Mauro Bressan - Como
Gianfranco Parlato - (in carcere)
Antonio Bellavista - ex Bari (in carcere)
Stefano Bettarini - ex Fiorentina (indagato)
Marco Paoloni - Benevento (in carcere)
avatar
PerSempreConTe
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 38954
Punti : 67561
Reputazione : 252
Data d'iscrizione : 26.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Torna il calcioscommesse

Messaggio Da bettyzlatan8 il Mer Giu 01, 2011 12:01 pm

LOL
avatar
bettyzlatan8
Ospite interista
Ospite interista

Messaggi : 7225
Punti : 8529
Reputazione : 144
Data d'iscrizione : 26.02.11
Età : 28

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Torna il calcioscommesse

Messaggio Da Spirit of Saint Louis il Mer Giu 01, 2011 12:06 pm

PerSempreConTe ha scritto:ATALANTA E SIENA RISCHIANO
Scommesse: la promozione in A torna in ballo

www.sportmediaset.it

mollo la farsa, mi son già rotto il cazzo

hanno già fatto più casino per questa cosa in 3 ore che per calciopoli due in 1 anno e mezzo
avatar
Spirit of Saint Louis
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 22236
Punti : 36406
Reputazione : 249
Data d'iscrizione : 27.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Torna il calcioscommesse

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 80 1, 2, 3 ... 40 ... 80  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum