In chiave tattica

Pagina 100 di 103 Precedente  1 ... 51 ... 99, 100, 101, 102, 103  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: In chiave tattica

Messaggio Da BonoVox84 il Mer Ott 04, 2017 1:04 pm

Vabbè allora non c'erano aspettative...
A settembre eravamo tutti più o meno convinti di arrivare almeno quarti. O no?

Che poi non sia stato un mercato perfetto è ovvio, come già detto sopra.

Montella il massacro se lo sta cercando. Siamo settimi, un punto in più di Bologna e Chievo, pari punti col Torino, -4 dalla Lazio. Gioco inesistente, 12 formazioni cambiate fino ad oggi, zero meccanismi (in attacco sembrano stati assemblati due giorni fa, non due mesi fa). La colpa di chi è?
Se poi dite che rosa Milan = rosa Bologna allora la discussione finisce qui.
avatar
BonoVox84
Vienna 1990
Vienna 1990

Messaggi : 3919
Punti : 7333
Reputazione : 170
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 33
Località : Roma dintorni...

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: In chiave tattica

Messaggio Da Spirit of Saint Louis il Mer Ott 04, 2017 2:24 pm

BonoVox84 ha scritto:Fuoriclasse credo non l'abbia detto nessuno.

Fassone e Mirabelli hanno dovuto ricostruire una squadra. Farlo in una sola sessione di mercato è difficile ed espone a rischi (e potenziali errori), inoltre, per quanto si possa spendere, è impensabile sistemare 11 titolare e riserve di qualità.
Purtroppo le aspettative sono state esagerate (da parte di tutti), ad un certo punto la cosa è scappata di mano, la cifra spesa è diventata sinonimo di garanzia di successo, quando in realtà un conto è spendere 240 milioni con una base già buona, un altro è spenderli per ricostruire da zero (9 titolari da "scudetto" costano 400 milioni, più o meno).
Mi sembra ovvio che i soldi ci sono ma non sono illimitati: magari quei 400 milioni complessivi saranno spesi per fare una squadra di successo, ma non si può pretendere che avvenga tutto subito. Abbiamo iniziato con 240, magari a gennaio ne spendono altri 50, poi 100-120 per il completamento a giugno, e forse si può veramente parlare di rosa completa e di qualità.

Nei limiti del possibile credo sia stato fatto un lavoro accettabile, se non di più. La squadra è ancora inferiore a Juve e Napoli, probabilmente (sulla carta) può giocarsela con la Roma. L'Inter non mi sembra effettivamente superiore (ma ha quei 2 elementi giusti nei ruoli chiave). La Lazio è più "squadra" ma non ha uomini che presi singolarmente possano essere titolari indiscussi nel Milan. E' stata costruita una rosa da quarto posto, terzo se va bene, nel giro di due mesi... partendo da un organico da metà classifica: non è un brutto risultato.

Purtroppo manca il manico. Ci sono allenatori che fanno rendere le squadre al 100%, altri al 120%, altri ancora al 70%: Montella appartiene a quest'ultima categoria. Ci sta capendo pochissimo, non ha saputo dare un gioco, non ha saputo scegliere un'impostazione ed un 11 di base, non sa leggere le situazioni a partita in corso, spesso sbaglia i cambi, applica un turnover esagerato e mi sembra in difficoltà nel gestire la mole di nuovi arrivi + il blocco dei "vecchi" (vuole ruotare e provare tutti ma sta solo generando caos).
Si sta dimostrando inadeguato a certi livelli, inoltre non regge la pressione.

240 mln per 11 acquisti è garanzia d meriocri piu che d successo, era necessario prendere tutti questi nuovi tutti insieme? non era preferibile prenderne di meno ma che davano più garanzie?
avatar
Spirit of Saint Louis
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 22200
Punti : 36333
Reputazione : 249
Data d'iscrizione : 27.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: In chiave tattica

Messaggio Da Spirit of Saint Louis il Mer Ott 04, 2017 2:25 pm

BonoVox84 ha scritto:Vabbè allora non c'erano aspettative...
A settembre eravamo tutti più o meno convinti di arrivare almeno quarti. O no?

sempre detto che per la CL è durissima
avatar
Spirit of Saint Louis
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 22200
Punti : 36333
Reputazione : 249
Data d'iscrizione : 27.02.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: In chiave tattica

Messaggio Da BonoVox84 il Mer Ott 04, 2017 5:59 pm

Che fosse dura lo pensavamo già, ma allo stesso tempo eravamo convinti di avere una buona squadra.
Non ricordo nessuno pensare di avere una rosa da sesto posto a settembre.
avatar
BonoVox84
Vienna 1990
Vienna 1990

Messaggi : 3919
Punti : 7333
Reputazione : 170
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 33
Località : Roma dintorni...

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: In chiave tattica

Messaggio Da BonoVox84 il Mer Ott 04, 2017 6:04 pm

Spirit of Saint Louis ha scritto:
BonoVox84 ha scritto:Fuoriclasse credo non l'abbia detto nessuno.

Fassone e Mirabelli hanno dovuto ricostruire una squadra. Farlo in una sola sessione di mercato è difficile ed espone a rischi (e potenziali errori), inoltre, per quanto si possa spendere, è impensabile sistemare 11 titolare e riserve di qualità.
Purtroppo le aspettative sono state esagerate (da parte di tutti), ad un certo punto la cosa è scappata di mano, la cifra spesa è diventata sinonimo di garanzia di successo, quando in realtà un conto è spendere 240 milioni con una base già buona, un altro è spenderli per ricostruire da zero (9 titolari da "scudetto" costano 400 milioni, più o meno).
Mi sembra ovvio che i soldi ci sono ma non sono illimitati: magari quei 400 milioni complessivi saranno spesi per fare una squadra di successo, ma non si può pretendere che avvenga tutto subito. Abbiamo iniziato con 240, magari a gennaio ne spendono altri 50, poi 100-120 per il completamento a giugno, e forse si può veramente parlare di rosa completa e di qualità.

Nei limiti del possibile credo sia stato fatto un lavoro accettabile, se non di più. La squadra è ancora inferiore a Juve e Napoli, probabilmente (sulla carta) può giocarsela con la Roma. L'Inter non mi sembra effettivamente superiore (ma ha quei 2 elementi giusti nei ruoli chiave). La Lazio è più "squadra" ma non ha uomini che presi singolarmente possano essere titolari indiscussi nel Milan. E' stata costruita una rosa da quarto posto, terzo se va bene, nel giro di due mesi... partendo da un organico da metà classifica: non è un brutto risultato.

Purtroppo manca il manico. Ci sono allenatori che fanno rendere le squadre al 100%, altri al 120%, altri ancora al 70%: Montella appartiene a quest'ultima categoria. Ci sta capendo pochissimo, non ha saputo dare un gioco, non ha saputo scegliere un'impostazione ed un 11 di base, non sa leggere le situazioni a partita in corso, spesso sbaglia i cambi, applica un turnover esagerato e mi sembra in difficoltà nel gestire la mole di nuovi arrivi + il blocco dei "vecchi" (vuole ruotare e provare tutti ma sta solo generando caos).
Si sta dimostrando inadeguato a certi livelli, inoltre non regge la pressione.

240 mln per 11 acquisti è garanzia d meriocri piu che d successo, era necessario prendere tutti questi nuovi tutti insieme? non era preferibile prenderne di meno ma che davano più garanzie?

L'ho scritto, un conto è spendere 240 milioni per sistemare una squadra già buona (quindi prendere 2-3 giocatori), un altro è prenderne 9-10.

In ogni caso mi fanno ridere i giudizi dati a frittata fatta. Troppo semplici e non c'è possibilità di provare/dimostrare il contrario.
Resta il fatto che eravamo in una situazione di organico DISPERATA, aggiungere tre giocatori da 70 milioni l'uno agli altri 8 "titolari" dell'anno scorso non sarebbe servito ad una beneamata mazza (metti Modric e Morata insieme a Montolivo, Poli, Zapata, Paletta, Gomez, Abate, Antonelli e Bacca/Lapadula... Non risolvi un cazzo). Era necessario ricostruire una "base". Ora la base l'abbiamo. Il prossimo mercato serio, diciamo i prossimi 100-150 milioni, devono essere spesi per gente forte forte.
avatar
BonoVox84
Vienna 1990
Vienna 1990

Messaggi : 3919
Punti : 7333
Reputazione : 170
Data d'iscrizione : 27.02.11
Età : 33
Località : Roma dintorni...

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: In chiave tattica

Messaggio Da lalomba il Mer Ott 04, 2017 6:19 pm

Problema che non si pone,i Modric e i Morata preferiscono altri lidi,più competitivi e spesso pure più ricchi.
l'errore è stato non aver preso almeno un esterno offensivo valido e non prendere un vice Kessie o tenere Kucka,cosa che abbiamo detto più o meno tutti.
lo scorso anno non siamo arrivati lontanissimi dal 4 posto,quest'anno siamo più forti e su questo non ci possono essere discussioni, è doveroso lottare per il quarto posto fino all'ultima giornata anche con i limiti di rosa usciti fuori,si può anche arrivare 5 alla fine ma staccati di 2 punti,la situazione attuale non ha giustificazioni,mi spiace per Montella che ha ancora tempo ma se non trova la strada è giusto che paghi.

lalomba
Atene 1994
Atene 1994

Messaggi : 6556
Punti : 13459
Reputazione : 440
Data d'iscrizione : 09.03.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: In chiave tattica

Messaggio Da CaMi il Mer Ott 04, 2017 7:33 pm

che poi gli unici a pagare facendolo fuori saremmo noi ahah...

Comunque concordo con Bono era necessario buttare giù tutto quello che si poteva e rifare la base. Però chiaramente sono stati fatti errori di valutazione in primis come dice lalomba con Kucka (francamente sono ancora a chiedermi come mai..). Il grossissimo problema ereditato dalla precedente gestione è che molti cessi hanno rifiutato qualsiasi destinazione. Credo che questo punto in realtà possa essere in parte stato la chiave che ci ha fatto mancare almeno un rincalzo in più.

Purtroppo anche la sfortuna poi ci sta mettendo la sua parte.. Bonucci sta facendo il peggio del peggio possibile, l'infortunio grave di conti e il bipolarismo di Kessié (su di lui vorrei sapere che ne pensa chi l'ha visto lo scorso anno..)
avatar
CaMi
Yokohama 2007
Yokohama 2007

Messaggi : 33133
Punti : 50015
Reputazione : 488
Data d'iscrizione : 25.02.11
Località : Milano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: In chiave tattica

Messaggio Da lalomba il Mer Ott 04, 2017 8:42 pm

Fare mercato dal divano è molto più facile,farlo per davvero è complicato,Kucka oggi non lo darebbero via giusto per fare un esempio in tema,alcuni acquisti stanno già rendendo,RR,Biglia,Musacchio,altri stanno facendo intravedere qualcosa,Kessie,Silva,altri stanno deludendo ma hanno tempo per dimostrare il loro valore,azzeccare tuttoriesce raramente,l'unico peccato grave resta non aver preso un esterno,io non me la sento di buttare la croce su Mirabelli.
Montella ha più responsabilità, tutta l'estate co il 4-3-3 per poi cambiare?non capisco.
le certezze lo scorso anno erano Suso e jack,nelle prime partite Suso e Cutrone,insisti con quelli ed è doveroso insistere sul modulo che meglio permette di sfruttare i giocatori di qualità, non il 3-5-2 mi pare evidente.

lalomba
Atene 1994
Atene 1994

Messaggi : 6556
Punti : 13459
Reputazione : 440
Data d'iscrizione : 09.03.11

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: In chiave tattica

Messaggio Da Janko il Mer Ott 04, 2017 8:59 pm

i giudizi che si davano sul mercato in agosto basta leggerli.. sono rimasti scritti nel forum..
aldilà di questo la strategia in assoluto migliore sarebbe stata investire tutto per 2-3 fuoriclasse.. ma quelli oggi non vengono.. quindi seconda strategia migliore investire per giocatori più decisivi e con caratteristiche diverse davanti.. perché con un attacco asfittico anche i nostri difensori che non sono fenomeni ma nemmeno più scarsi di altri risultano peggio di quello che sono.
avatar
Janko
Milano 1995
Milano 1995

Messaggi : 8648
Punti : 16595
Reputazione : 514
Data d'iscrizione : 25.02.11
Età : 30
Località : Milano

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: In chiave tattica

Messaggio Da MarcoUnico il Mer Ott 04, 2017 9:16 pm

BonoVox84 ha scritto:Fuoriclasse credo non l'abbia detto nessuno.
Non mi riferisco (solo) a questo forum
Ma di futuri e potenziali fuoriclasse se n'è parlato ovunque, soprattutto in riferimento a silva e calha.
Per non parlare poi di quel che si è detto di bonucci...

BonoVox84 ha scritto:
Fassone e Mirabelli hanno dovuto ricostruire una squadra. Farlo in una sola sessione di mercato è difficile ed espone a rischi (e potenziali errori), inoltre, per quanto si possa spendere, è impensabile sistemare 11 titolare e riserve di qualità.
Non hanno "dovuto" bensì hanno voluto o, per meglio dire, scelto di farlo.
A torto o ragione solo il tempo potrà dirlo.
Avrebbero potuto benissimo ripartire dalla base dello scorso anno inserendo "soltanto" 4 o 5 giocatori di sicuro affidamento e qualità assodate, con i queli "ribaltare" comunque gli equilibri.
La "tesi" guarda caso sostenuta anche dal buon Sheva.

BonoVox84 ha scritto:
Purtroppo le aspettative sono state esagerate (da parte di tutti), ad un certo punto la cosa è scappata di mano, la cifra spesa è diventata sinonimo di garanzia di successo, quando in realtà un conto è spendere 240 milioni con una base già buona, un altro è spenderli per ricostruire da zero (9 titolari da "scudetto" costano 400 milioni, più o meno).
Mi sembra ovvio che i soldi ci sono ma non sono illimitati: magari quei 400 milioni complessivi saranno spesi per fare una squadra di successo, ma non si può pretendere che avvenga tutto subito. Abbiamo iniziato con 240, magari a gennaio ne spendono altri 50, poi 100-120 per il completamento a giugno, e forse si può veramente parlare di rosa completa e di qualità.
Le aspettative sono state create dalla dirigenza stessa, con autoproclamazioni, pacche sulle spalle e videospot girati all'occorrenza per celebrare i viaggi di mirabelli allo scopo di vedere giocatori.

La cosa che sfugge è che i soldi il prossimo anno saranno molti ma molti meno, soprattutto in caso di mancata qualificazione.
Per tre motivi:
molti dei giocatori acquistati quest'anno incideranno anche sui bilanci a venire; il mancato introito della champions sarà problematico; la mannaia del FPF è pronta a scattare.

BonoVox84 ha scritto:
Nei limiti del possibile credo sia stato fatto un lavoro accettabile, se non di più.
Onestamente: 240 milioni di cartellini e l'esito è "lavoro accettabile" ?


BonoVox84 ha scritto:
La squadra è ancora inferiore a Juve e Napoli, probabilmente (sulla carta) può giocarsela con la Roma. L'Inter non mi sembra effettivamente superiore (ma ha quei 2 elementi giusti nei ruoli chiave). La Lazio è più "squadra" ma non ha uomini che presi singolarmente possano essere titolari indiscussi nel Milan. E' stata costruita una rosa da quarto posto, terzo se va bene, nel giro di due mesi... partendo da un organico da metà classifica: non è un brutto risultato.
La squadra al momento è nettamente inferiore a juve, napoli e roma (sotto ogni punto di vista) ed è comunque inferiore all'inter che a differenza nostra ha azzeccato il centrale di difesa, ha ricambi validi a centrocampo e, soprattutto, ha un bomber degno di questo nome.
Lazio e Torino possono giocarsela tranquillamente ad armi pari: entrambe hanno una buona rosa unitamente ad un bomber noi manco ci sogniamo.
Senza poi dimenticare l'insidiosa atalanta, che grazie alla qualità del proprio gioco, riesce a far tribolare chiunque.

Ergo: il quarto posto sarà un traguardo difficilissimo da raggiungere.
E pensare che ad inizio campionato alcuni ambivano addirittura allo scudetto... pensando di emulare l'impresa del Conte gobbo.

BonoVox84 ha scritto:
Purtroppo manca il manico. Ci sono allenatori che fanno rendere le squadre al 100%, altri al 120%, altri ancora al 70%: Montella appartiene a quest'ultima categoria. Ci sta capendo pochissimo, non ha saputo dare un gioco, non ha saputo scegliere un'impostazione ed un 11 di base, non sa leggere le situazioni a partita in corso, spesso sbaglia i cambi, applica un turnover esagerato e mi sembra in difficoltà nel gestire la mole di nuovi arrivi + il blocco dei "vecchi" (vuole ruotare e provare tutti ma sta solo generando caos).
Si sta dimostrando inadeguato a certi livelli, inoltre non regge la pressione.
Suq questo purtroppo sono d'accordo.
E su di lui mi son dovuto ricredere.
Credevo che con una rosa di discreto livello, sulle orme di quel che aveva fatto a firenze, sarebbe stato in grado di fare molto meglio.
Invece ad oggi manco l'ombra di un gioco degno di nota.
Niente di niente.
Il centrocampo è sterile in fase offensiva quanto fiacco in fase difensiva.
Solo kessie ci aveva tenuto a galla per un paio di partite...

p.s.: se il giocatore più soddisfacente risulta al momento borini significa evidentemente che ... "houston, abbiamo un problema".
avatar
MarcoUnico
Rotterdam 1968
Rotterdam 1968

Messaggi : 384
Punti : 771
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 28.02.17
Età : 36

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: In chiave tattica

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 100 di 103 Precedente  1 ... 51 ... 99, 100, 101, 102, 103  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum